Sfumature di vino in villa al Festival di Go Wine

di Gabriele Orsi
0 commento
Sfumature di vino in villa al Festival di Go Wine

Le sfumature e i colori del vino nei giorni del solstizio d’estate in un grande evento di promozione e degustazione. Si svolgerà lunedì 19 giugno dalle 18 alle 23, nella splendida cornice del parco di Villa Zarri a Castel Maggiore, l’edizione 2023 – la seconda – del Go Wine Festival.

Le sfumature dei vini d’Italia al Go Wine Festival

L’idea di questo evento è nata lo scorso anno da Francesco Carboni, chef-patron del Ristorante Acqua Pazza e delegato del Club Go Wine di Bologna, per festeggiare i vent’anni di attività del Club.

Francesco Carboni incontrò infatti nel 2002 Go Wine, allora agli inizi, e ne ha accompagnato l’attività nel corso di tanti anni e ha mantenuto il piacere di collaborare con l’associazione e condividere temi importanti per la cultura e la promozione del vino.

Una formula di successo

I positivi riscontri della prima edizione hanno indotto a rinnovare l’appuntamento, inserendolo nel calendario annuale degli appuntamenti Go Wine a Bologna.

Le sfumature del vino di qualità

Una serata dedicata al vino di qualità, riservata a professionisti del settore e simpatizzanti e che vedrà protagonista un parterre di oltre 50 cantine e distribuzioni di vini provenienti da diverse parti d’Italia, affiancate da importanti selezioni di Champagne e altri vini esteri.

I grandi distributori di Champagne

Tra i partecipanti infatti ci saranno alcune delle principali aziende di distribuzione italiane come Atelier Vini e Cultura, Balan Distribuzione, Bellenda Distribuzioni, Bergère Champagne Distribuzione, Milano Cavalli Distribuzioni, Ceretto Distribuzioni, Partesa Distribuzioni, Philarmonica Distribuzioni, Première Distribuzione, Proposta Vini Distribuzione, Qualità Club Selection e Wine Wins.

Le aziende vinicole presenti

Non mancheranno alcune tra le più importanti aziende vinicole delle diverse regioni italiane: dal Piemonte Abbona Marziano, Coppo, con Dosio e Villa Giada – La Morra e Mongioia, dalla Lombardia Berlucchi, Oselara e Silvano Zanetti, dalla Liguria Ramoino Vini, dal Trentino Bellaveder, Letrari, Mas dei Chini, Nosio e Man Spumanti, dall’Alto Adige Colterenzio, Cantina di Bolzano, Klosterhof, Arunda e Lieselehof, dal Veneto La Tordera, Pasqua Vigneti e Cantine e Villa Sandi, dal Friuli Marco Felluga, Castello di Spessa, Venica & Venica e Vigna Petrussa, dall’Emilia Francesco Bellei, Quinto Passo, Tenuta Santa Croce, Cleto Chiarli, Anonima Valsamoggia, Tizzano e La Tosa, dalla Romagna Bissoni, Bolè e Terra della Rocca, dalla Toscana Banfi e Panizzi, dalle Marche Villa Bucci, Rio Maggio, Vigna della Cava e La Monacesca, dall’Abruzzo Terra Viva, dalla Campania Armatore, Il Torchio e San Salvatore 1988, dalla Sicilia Firriato e dalla Sardegna Sa Raja, con la partecipazione, dalla Puglia, di Olio Drupa EVO.

Cinque chef addetti alla sezione food

Sarà poi lo stesso Francesco Carboni a coordinare la parte food che si affiancherà al banco d’assaggio. Con Carboni saranno protagonisti altri quattro chef di Bologna e dintorni, ciascuno dei quali cucinerà alcune proposte in assaggio: Carboni curerà il salmone Scozia Label Rouge marinato all’anice stellato e rosa damascata su cipolla rossa confit agrodolce con gel di mango e polvere di limone di Amalfi, Demis Aleotti della Bottega Aleotti proporrà “la Grecia in osmosi”, ovvero panna cotta di Feta, cetriolo, cipolla, ravanelli in osmosi, polvere di olive nere e crumble di pane alle erbette, Vincenzo e Mauro del Sette Tavoli si dedicheranno ai tortelloni ripieni di ricotta di bufala alla carbonara, Dario Stagni e Cynthia Ravanelli del Darcy porteranno in tavola il “Bologna-Napoli”, ovvero zucchine ripiene e zucchine alla scapece, mentre Sardina la Botteghina di Mare canterà la sua “Romagna Mia” con una piadina al Sangiovese, sardoni alla plancia e cipolla di Tropea.

Le degustazioni di mortadella Felsineo

Nel biglietto d’ingresso, oltre a due assaggi a scelta di queste creazioni culinarie, saranno incluse anche degustazioni di mortadella artigianale 1963 e mortadella La Sciccosa a cura di Felsineo più alcune proposte veg.

L’angolo del caviale Voyage

In aggiunta, da ordinare e pagare sul posto, per la cifra di 15 euro lo chef Carboni potrà prepararvi i suoi squisiti spaghetti artigianali Martelli freddi con scampi crudi nostrani, caviale Voyage Siberian, limone, scalogno, pepe Malabar indiano e polvere di limone di Sorrento. Per partecipare all’evento, è consigliata la prenotazione, per avere la sicurezza del posto e per un corretto svolgimento dell’evento.

Quanto costa e come partecipare

Il costo del biglietto di ingresso è di 35 euro a persona con riduzione a 28 euro per i Soci Go Wine. Coloro che si associano a Go Wine (scadenza iscrizione 30 giugno 2024) in occasione dell’evento avranno una forte riduzione versando soli 12 euro per la degustazione, oltre alla quota associativa di 48 euro.

You may also like

Lascia un commento

CHI SIAMO

Il bello e il buono dell’Italia tra i sentieri del sapere e dei sapori, la cultura dei territori, la loro identità. Un viaggio alla ricerca dei gusti nascosti, quelli che non trovi ovunque. Dove andare a mangiare, come arrivarci, cosa assaporare con la certezza di indovinare e dire di aver trovato i vini migliori, i prodotti di maggiore qualità e rappresentativi di un territorio. Un viaggio della leggerezza come espressione di culture, per scoprire il valore e le eccellenze della fertilità dei luoghi, il paesaggio, i segni territoriali, degustare i frutti del lavoro delle mani sapienti di uomini e donne che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo. Un viaggio tra le architetture rurali, le cascine, le masserie, i sentieri, i borghi, dove riscoprire antichi segni territoriali. In poche parole, un punto di riferimento per chi ama muoversi imparando a conoscere le bellezze della natura e i prodotti più preziosi che ci offre la terra e il mare. Questo vuole essere VIAGGIATORI DEL GUSTO, il web magazine dedicato al turismo enogastronomico e non solo.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Forlì, n° 10/2018.

Direttore Responsabile Massimo Tommasini: direttore@viaggiatoridelgusto.it
Redazione: redazione@viaggiatoridelgusto.it – Tel: 335.7077010

Via Tevere n° 62 – 47121 Forlì (FC)
C.F.: TMM MSM 54A21 D704Z – P.IVA: 04294400405