Pasti Imperiali, un libro per raccontare il cibo e i territori

di Massimo Tommasini
0 commento
Pasti Imperiali, un libro per raccontare il cibo e i territori

Ci sarà anche Slow Food Lazio tra quanti partecipano a Pasti Imperiali, il progetto che riunisce un ampio numero di aziende agricole, viticoltori, produttori e associazioni del Lazio per raccontare il legame tra cibo, storia e territorio nel libro fotografico “Pasti Imperiali – L’Eredità Enogastronomica dell’Antica Roma”.

Pasti Imperiali, un libro per raccontare il cibo e i territoriLa collaborazione con Slow Food Lazio è stata determinante anche per la competenza apportata della referente assegnata da Slow Food Lazio al progetto, Gabriella Cinelli, “Archeochef” esperta di storia della gastronomia e docente del Master of Food di Slow Food, che ha fornito il proprio parere esperto al progetto per conto dell’associazione, mettendo a disposizione anni di esperienza e ricerche sul campo.

La scelta di pubblicare un libro fotografico rispecchia la volontà di dare un volto ai produttori, veri protagonisti del territorio, e mostrare il loro lavoro.

Pasti Imperiali, storia di storie

Pasti Imperiali è un libro in cui la storia del produttore, espressa in forma di prosa, è intervallata da fotografie del produttore nel suo ambiente di lavoro.

Troppo spesso l’uomo considera ciò che mangia e beve come un semplice prodotto, sorvolando e dimenticando il legame tra cibo, storia e territorio.

Ma la realtà è diversa; il cibo è espressione di un territorio, della sua storia e del lavoro e la passione delle generazioni di agricoltori e produttori che susseguendosi ne hanno consentito l’evoluzione e la trasmissione fino ai giorni nostri.

Pasti Imperiali, un libro di testi e immagini

Pasti Imperiali, un libro per raccontare il cibo e i territoriPer garantire i massimi standard qualitativi sia nella fotografia che nella redazione dei testi, il team si avvale della partecipazione al progetto di affermati professionisti, come Cristina di Paolo Antonio, passato pluriennale da fotoreporter per Il Messaggero di Roma e attualmente fotografa di scena per importanti produzioni cinematografiche, registi e attori e Natalie Aldern, scrittrice e blogger Californiana residente a Roma, creatrice del blog An American in Rome. Oltre a scrivere per varie testate e blog, Natalie vanta numerose collaborazioni con le Nazioni Unite su tematiche di politica alimentare internazionale.

Manuel Cirulli, ideatore del progetto, ha altresì affermato: «Crediamo sia importante sensibilizzare riguardo l’esistenza del legame tra territorio, storia e cibo; “qual’è l’eredità enogastronomica dell’antica Roma? Chi sono le persone che hanno raccolto questa eredità? Cosa lega il passato al presente? Abbiamo deciso di rispondere a queste domande raccontando le storie dei produttori. In questi mesi abbiamo esplorato il territorio, parlato con centinaia di persone e visitato decine di produttori, dando loro un volto: ora siamo pronti a raccogliere le storie migliori nel libro fotografico Pasti Imperiali».

Il libro sarà autopubblicato, sia in Italiano che in inglese per renderlo accessibile ad un pubblico internazionale, e i fondi necessari alla pubblicazione verranno raccolti mediante una campagna di crowdfunding.

You may also like

Lascia un commento

CHI SIAMO

Il bello e il buono dell’Italia tra i sentieri del sapere e dei sapori, la cultura dei territori, la loro identità. Un viaggio alla ricerca dei gusti nascosti, quelli che non trovi ovunque. Dove andare a mangiare, come arrivarci, cosa assaporare con la certezza di indovinare e dire di aver trovato i vini migliori, i prodotti di maggiore qualità e rappresentativi di un territorio. Un viaggio della leggerezza come espressione di culture, per scoprire il valore e le eccellenze della fertilità dei luoghi, il paesaggio, i segni territoriali, degustare i frutti del lavoro delle mani sapienti di uomini e donne che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo. Un viaggio tra le architetture rurali, le cascine, le masserie, i sentieri, i borghi, dove riscoprire antichi segni territoriali. In poche parole, un punto di riferimento per chi ama muoversi imparando a conoscere le bellezze della natura e i prodotti più preziosi che ci offre la terra e il mare. Questo vuole essere VIAGGIATORI DEL GUSTO, il web magazine dedicato al turismo enogastronomico e non solo.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Forlì, n° 10/2018.

Direttore Responsabile Massimo Tommasini: direttore@viaggiatoridelgusto.it
Redazione: redazione@viaggiatoridelgusto.it – Tel: 335.7077010

Via Tevere n° 62 – 47121 Forlì (FC)
C.F.: TMM MSM 54A21 D704Z – P.IVA: 04294400405