Canton Ticino: gastronomia e accoglienza

di Massimo Tommasini
0 commento
Canton Ticino Enogastronomia

Canton TicinoUn modo completamente nuovo di scoprire il patrimonio culinario, paesaggistico e culturale del Canton Ticino è offerto dalle Agriesperienze: esperienze in fattoria a diretto contatto con gli animali, alla scoperta di prodotti e sapori diversi e di specialità gastronomiche in un paesaggio unico. Attualmente sono sette le agriesperienze tra cui scegliere. Si tratta di offerte tematiche che seguono il ritmo della natura e delle stagioni e sono adatte ad adulti e famiglie. Dalla raccolta di fiori commestibili sul Piano di Magadino al tour in e-bike tra le vigne dei Terreni alla Maggia di Ascona, fino alla preparazione del pane e del formaggio in un’azienda del Malcantone.

Quasi tutto il territorio del cantone più a sud della Svizzera offre le condizioni ideali per la viticoltura – lo dimostra bene la presenza da ormai un centinaio di anni delle molte varietà di uve Merlot. Qui le viti prosperano in un clima mite e, grazie allo spirito imprenditoriale, all’innovazione e all’amore per la tradizione, una giovane generazione di viticoltori le sta trasformando in oro rosso che spesso riceve dei riconoscimenti. Swiss Wine Tour offre ad appassionati e intenditori nuove opportunità: pacchetti su misura attorno al tema del vino in tutto il Canton Ticino, per scoprire, approfondire e vivere esperienze indimenticabili e di alta qualità.

Nella pittoresca atmosfera del mulino di Bruzella, sul fiume Breggia in Valle di Muggio, facciamo un tuffo nel passato. In un paiolo di rame è possibile cucinare la polenta con il mais rosso del Ticino macinato a pietra e scoprire i segreti della cucina tradizionale. Storie di valle e testimonianze dello stile di vita rurale completano un’esperienza indimenticabile in questa regione poco conosciuta e ancora tutta da scoprire

Il formaggio? Provate a produrlo voi stessi! Invece di lasciarvi subito alle spalle il Gottardo, vi consigliamo una deviazione verso il Caseificio del Gottardo di Airolo. Questo caseificio lavora secondo i più alti standard di qualità e utilizza solo i migliori prodotti locali. Oltre ai formaggi a pasta semidura “Gottardo”, “Tremola” e “Lucendro”, la produzione comprende anche yogurt, panna, burro e gelati. I visitatori non solo hanno l’opportunità di osservare i casari mentre lavorano, ma possono anche dare una mano e produrre il proprio formaggio.

La popolarissima offerta Bike & Wine del Mendrisiotto ha ora sconfinato anche del Sopraceneri: scoprite il Lago Maggiore in un modo completamente diverso e trascorrete una giornata tra natura, sport piacevole, buon cibo e ottimo vino – comodamente in sella alla bicicletta. Dopo un caffè di benvenuto alla stazione di Tenero, salite in sella e partite lungo il Lago Maggiore verso Ascona, dove la vostra guida vi illustrerà le specialità dei Terreni Alla Maggia.

matasci-vini-interniDopo una degustazione di vini e un aperitivo, raggiungete la città di Locarno: vi aspetta un pranzo leggero al Gran Caffè Verbano con vista su Piazza Grande. Dopo aver recuperato le forze con un buon risotto, tornate a Tenero e visitate la storica Cantina Matasci, naturalmente con un’appagante degustazione di vini.

A proposito di bici: un must per tutti gli appassionati di bicicletta è la Tremola, l’antica strada del passo del Gottardo. Con il Bed&Bike Tremola San Gottardo di Airolo, Hans Bandi e il suo team offrono agli ospiti le condizioni ideali per affrontare questa salita in un ambiente accogliente. Sono disponibili anche numerosi altri tour in bicicletta attraverso la spettacolare Leventina. In generale il Ticino con le sue montagne e le sue valli dalle varie conformazioni, è un paradiso per i ciclisti tutto l’anno – sia con le e-bike che con la forza dei muscoli, fuoristrada in MTB nella natura selvaggia o in modalità più rilassata su sentieri segnalati, accompagnati da professionisti o individualmente. Un numero sempre crescente di bike hotel ottimamente attrezzati e certificati in tutto il Cantone trasforma anche i momenti di riposo in un’esperienza.

Flamel Urban Farminglimiti, anzi: con Flamel Urban Farming, anche un modernissimo giardino urbano biologico – nel bel mezzo di Lugano! – fa parte del concetto. Non sorprende quindi che vengano utilizzati praticamente solo prodotti locali. Ci sono animali che trovano casa sul tetto, altri (come pipistrelli e ricci) che vengono curati; crescono inoltre erbe aromatiche e piante rare e vengono coinvolti numerosi attori regionali come i FutureFarmers e altri produttori biologici; parallelamente gli ospiti qualche piano più in basso vengono deliziati da eccellenti creazioni e sorprese culinarie. Una novità che viene apprezzata già poco tempo dopo il suo lancio.

Monte GenerosoCon l’Albergo Diffuso del Monte Generoso e l’apertura, un tassello dopo l’altro, di diverse offerte integrate in questo progetto di ampio respiro, il Ticino si arricchisce di un altro progetto di albergo diffuso. La particolarità dell’Albergo Diffuso del Monte Generoso è l’integrazione di varie strutture e attività, presentate in modo facilmente accessibile sulla piattaforma staygenerous.ch, che colpiscono per originalità, qualità e varietà. Il fulcro del progetto è il villaggio di Scudellate, alla fine dell’ancora poco conosciuta e unica Valle di Muggio. Con l’Osteria Manciana, il cuore gastronomico di questo albergo diffuso batte qui: una cucina eccellente con squisiti prodotti locali e camere incantevoli con viste spettacolari invitano a intrattenersi in questo mondo incontaminato. Da maggio, anche il Panorama Lodge Casa dei Gelsi accoglie gli ospiti, sempre con una splendida vista sulla Valle di Muggio, particolarmente affascinante dalla terrazza naturale che si erge sul giardino, sull’orto didattico e sui vigneti, costeggiati da gelsi ombrosi. Una vasca idromassaggio svedese è a disposizione degli ospiti, da godersi prima o dopo passeggiate romantiche nella natura del massiccio del Monte Generoso.

You may also like

Lascia un commento

CHI SIAMO

Il bello e il buono dell’Italia tra i sentieri del sapere e dei sapori, la cultura dei territori, la loro identità. Un viaggio alla ricerca dei gusti nascosti, quelli che non trovi ovunque. Dove andare a mangiare, come arrivarci, cosa assaporare con la certezza di indovinare e dire di aver trovato i vini migliori, i prodotti di maggiore qualità e rappresentativi di un territorio. Un viaggio della leggerezza come espressione di culture, per scoprire il valore e le eccellenze della fertilità dei luoghi, il paesaggio, i segni territoriali, degustare i frutti del lavoro delle mani sapienti di uomini e donne che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo. Un viaggio tra le architetture rurali, le cascine, le masserie, i sentieri, i borghi, dove riscoprire antichi segni territoriali. In poche parole, un punto di riferimento per chi ama muoversi imparando a conoscere le bellezze della natura e i prodotti più preziosi che ci offre la terra e il mare. Questo vuole essere VIAGGIATORI DEL GUSTO, il web magazine dedicato al turismo enogastronomico e non solo.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Forlì, n° 10/2018.

Direttore Responsabile Massimo Tommasini: direttore@viaggiatoridelgusto.it
Redazione: redazione@viaggiatoridelgusto.it – Tel: 335.7077010

Via Tevere n° 62 – 47121 Forlì (FC)
C.F.: TMM MSM 54A21 D704Z – P.IVA: 04294400405