Tecnologie per la viticoltura eroica: successo per la prima edizione di Enovitis extreme a Quart

di Massimo Tommasini
0 commento
Tecnologie per la viticoltura eroica: successo per la prima edizione di Enovitis extreme a Quart

Tecnologie per la viticoltura eroica: successo per la prima edizione di Enovitis extreme a Quart Oltre 500 visitatori, provenienti da ogni parte d‘Italia e anche dall’estero, hanno decretato il successo a Quart, in Val d’Aosta, della prima edizione di Enovitis Extrême, manifestazione dedicata alle Tecnologie per la Viticoltura Eroica, organizzata da Unione Italiana Vini.

Situate tra i filari dell’Azienda Grosjean, che ha ospitato l’evento, hanno fatto mostra di sé le più moderne ed efficaci attrezzature, presentata da circa 50 produttori.

Tecnologie per la viticoltura eroica: successo per la prima edizione di Enovitis extreme a Quart In Valle d’Aosta, ha commentato Stefano Celi, presidente VIVAL, l’Associazione dei viticoltori della Valle d’Aosta, tutta la superficie coltivata a vite risponde ai requisiti della Viticoltura Eroica: forti pendenze, terrazzamenti, altitudine, generali condizioni di difficoltà. Per questo è naturale che la prima edizione di Enovitis Extreme, abbia avuto luogo nella nostra Regione attirando, con nostro grande orgoglio, viticoltori di importanti e prestigiose aziende”.

Sono stati proprio i valdostani, circa trent’anni fa, a creare il concetto di Viticoltura Eroica: è un’attività molto importante non solo per i grandi vini che questo tipo di coltivazione consente di bere, ma anche sotto il profilo economico.

Tecnologie per la viticoltura eroica: successo per la prima edizione di Enovitis extreme a Quart La coltivazione a vite delle zone cosiddette “eroiche” non è sostituibile con altre colture ed è particolarmente importante anche dal punto di vista ambientale perché se questi territori, fossero abbandonati, ne cessasse la manutenzione con il continuo ripristino di muretti, terrazzamenti, terrapieni, sentieri, si creerebbero condizioni di impoverimento paesaggistico e soprattutto di rischio per potenziali crolli, smottamenti, frane.

Enovitis extreme, la Viticoltura Eroica

La definizione di Viticoltura Eroica è stata recepita dal Testo Unico del Vino del 2017 passando da espressione culturale a terminologia giuridica.

Tecnologie per la viticoltura eroica: successo per la prima edizione di Enovitis extreme a Quart Perché si possa utilizzare questa definizione è stato anche creato un marchio che solo i produttori che operano in questo ambito posso esporre sulle loro bottiglie.

Occorre infatti che la vigna presenti uno di questi quattro requisiti: almeno 500 metri sul livello del mare, pendenza minima 30%, terrazzamento o, infine, trovarsi su piccole isole.

Nell’ambito di Enovitis Extrême ha avuto luogo anche una vivace e interessante tavola rotonda sul tema: “Vigneti eroici tra tutela, valorizzazione e mercati”, alla quale hanno partecipato produttori ed esponenti del mondo dei consorzi, delle associazioni e delle istituzioni.

You may also like

Lascia un commento

CHI SIAMO

Il bello e il buono dell’Italia tra i sentieri del sapere e dei sapori, la cultura dei territori, la loro identità. Un viaggio alla ricerca dei gusti nascosti, quelli che non trovi ovunque. Dove andare a mangiare, come arrivarci, cosa assaporare con la certezza di indovinare e dire di aver trovato i vini migliori, i prodotti di maggiore qualità e rappresentativi di un territorio. Un viaggio della leggerezza come espressione di culture, per scoprire il valore e le eccellenze della fertilità dei luoghi, il paesaggio, i segni territoriali, degustare i frutti del lavoro delle mani sapienti di uomini e donne che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo. Un viaggio tra le architetture rurali, le cascine, le masserie, i sentieri, i borghi, dove riscoprire antichi segni territoriali. In poche parole, un punto di riferimento per chi ama muoversi imparando a conoscere le bellezze della natura e i prodotti più preziosi che ci offre la terra e il mare. Questo vuole essere VIAGGIATORI DEL GUSTO, il web magazine dedicato al turismo enogastronomico e non solo.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Forlì, n° 10/2018.

Direttore Responsabile Massimo Tommasini: direttore@viaggiatoridelgusto.it
Redazione: redazione@viaggiatoridelgusto.it – Tel: 335.7077010

Via Tevere n° 62 – 47121 Forlì (FC)
C.F.: TMM MSM 54A21 D704Z – P.IVA: 04294400405