Prodotti tipici locali: la Ciambotta di Manfredonia

di Massimo Tommasini
0 commento
Ciambotta

ciambotta-(www.perladelgolfo.com)La Ciambotta è il vanto della gastronomia sipontina, una zuppa di pesce che comprende diversi tipi di pescato: scorfano, testone, coda di rospo o pesce Sanpietro, sbarro, trancia di dentice, gronco, calamaretti, cozze, arselle e murici.

Al pesce, tagliato a pezzetti, viene aggiunto durante la cottura anche aglio, cipolla, pomodori freschi, basilico, prezzemolo, olio extravergine d’oliva, sale e crostini di pane casareccio.

La preparazione

ciambottaLa preparazione della Ciambotta è abbastanza lunga: si deve squamare e pulire il pesce, mentre in un tegame si fanno cuocere i vari molluschi ai quali, una volta aperti, si toglie il guscio.

La loro acqua di cottura, filtrata, non va gettata, ma tenuta da parte; in un’altra casseruola si fanno rosolare alcuni spicchi d’aglio e cipolla tritata quindi vi aggiunge l’acqua filtrata ed il pesce che richiede maggiore cottura, cioè lo scorfano, il testone, la coda di rospo ed i molluschi, lasciando cuocere per circa un quarto d’ora o poco più.

ciambottaSuccessivamente si aggiungono pomodori freschi, basilico, prezzemolo, sale, un altro po’ d’acqua e l’altro pesce che richiede meno cottura, lasciando cuocere a fuoco lento ancora per una ventina di minuti.

A questo punto la Ciambotta è pronta per essere servita, messa in piatti fondi con crostini di pane sul fondo.

You may also like

Lascia un commento

CHI SIAMO

Il bello e il buono dell’Italia tra i sentieri del sapere e dei sapori, la cultura dei territori, la loro identità. Un viaggio alla ricerca dei gusti nascosti, quelli che non trovi ovunque. Dove andare a mangiare, come arrivarci, cosa assaporare con la certezza di indovinare e dire di aver trovato i vini migliori, i prodotti di maggiore qualità e rappresentativi di un territorio. Un viaggio della leggerezza come espressione di culture, per scoprire il valore e le eccellenze della fertilità dei luoghi, il paesaggio, i segni territoriali, degustare i frutti del lavoro delle mani sapienti di uomini e donne che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo. Un viaggio tra le architetture rurali, le cascine, le masserie, i sentieri, i borghi, dove riscoprire antichi segni territoriali. In poche parole, un punto di riferimento per chi ama muoversi imparando a conoscere le bellezze della natura e i prodotti più preziosi che ci offre la terra e il mare. Questo vuole essere VIAGGIATORI DEL GUSTO, il web magazine dedicato al turismo enogastronomico e non solo.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Forlì, n° 10/2018.

Direttore Responsabile Massimo Tommasini: direttore@viaggiatoridelgusto.it
Redazione: redazione@viaggiatoridelgusto.it – Tel: 335.7077010

Via Tevere n° 62 – 47121 Forlì (FC)
C.F.: TMM MSM 54A21 D704Z – P.IVA: 04294400405