Prodotti tipici locali: dal Montefeltro, il pane di Chiaserna

di Massimo Tommasini
0 commento
Prodotti tipici locali: dal Montefeltro, il pane di Chiaserna

Prodotti tipici locali: dal Montefeltro, il pane di ChiasernaDiffuso inizialmente nei territori del Montefeltro e pesarese, il pane di Chiaserna, piccolo borgo di circa seicento abitanti, frazione del comune di Cantiano, alle falde del monte Catria, ha assunto notorietà grazie alla sua qualità, allargandola a tutto il territorio umbro-marchigiano e divenendo anche uno dei prodotti tipici nazionali pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica.

Si tratta di un pane di grano tenero a lievitazione acida, dalla classica forma a filone leggermente schiacciata e dalla crosta dorata e croccante, con la mollica soffice e spugnosa, di colore bianco tendente al grigio e sapore leggermente acidulo.

Un pane senza sale con farine di qualità

Il pane di Chiaserna è senza sale, in primo luogo perché lo vuole la tradizione; anticamente infatti non tutti si potevano permettere di comprarlo; ma anche perché i panettieri locali usano farine di alta qualità: il sale spesso viene usato da chi utilizza farine di minore qualità e di poca “forza”, perché conferisce maggior consistenza alle maglie di glutine.

Prodotti tipici locali: dal Montefeltro, il pane di ChiasernaSi utilizzano farine di grano tenero sia bianca che semi-integrale derivate da grani coltivati nei terreni locali; per mantenere l’originalità del prodotto, si è anche costituito un apposito consorzio a filiera corta ed in primavera si organizza nel borgo la Piazza del Gusto, sagra dedicata al pane di Chiaserna e ai prodotti tipici marchigiani.

Grazie alle sue proprietà organolettiche, il pane di Chiaserna mantiene inalterata la sua fragranza per alcuni giorni; la sua bontà è dovuta all’utilizzo di acqua di sorgente che conferisce al prodotto caratteristiche peculiari di leggerezza e freschezza nel tempo.

Il segreto sta nell’acqua e nella cottura

Prodotti tipici locali: dal Montefeltro, il pane di ChiasernaIl segreto, oltre all’eccezionale qualità dell’acqua del Monte Catria, risiede interamente nel rispetto della semplicità e della tradizione; questo pane infatti nasce come impasto acido, detto anche “madre”, e viene fatto fermentare in tutta calma; caratteristica questa che permette di prolungarne la conservazione per molti giorni.

Prodotti tipici locali: dal Montefeltro, il pane di ChiasernaLa cottura viene fatta in forno a legna come si faceva un tempo, usando legno locale di faggio, carpino e orniello; il forno viene portato ad una temperatura di circa 250 °C, raggiunta la quale si inforna il pane; a questo punto la temperatura scende pian piano cuocendo il pane; da qui il termine di “cottura a caduta”.

Il pane di Chiaserna viene utilizzato particolarmente nella ristorazione e servito come base per crostini; è inoltre consigliato nelle diete ipocaloriche, in quanto privo di sale e di additivi e facilmente digeribile.

You may also like

Lascia un commento

CHI SIAMO

Il bello e il buono dell’Italia tra i sentieri del sapere e dei sapori, la cultura dei territori, la loro identità. Un viaggio alla ricerca dei gusti nascosti, quelli che non trovi ovunque. Dove andare a mangiare, come arrivarci, cosa assaporare con la certezza di indovinare e dire di aver trovato i vini migliori, i prodotti di maggiore qualità e rappresentativi di un territorio. Un viaggio della leggerezza come espressione di culture, per scoprire il valore e le eccellenze della fertilità dei luoghi, il paesaggio, i segni territoriali, degustare i frutti del lavoro delle mani sapienti di uomini e donne che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo. Un viaggio tra le architetture rurali, le cascine, le masserie, i sentieri, i borghi, dove riscoprire antichi segni territoriali. In poche parole, un punto di riferimento per chi ama muoversi imparando a conoscere le bellezze della natura e i prodotti più preziosi che ci offre la terra e il mare. Questo vuole essere VIAGGIATORI DEL GUSTO, il web magazine dedicato al turismo enogastronomico e non solo.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Forlì, n° 10/2018.

Direttore Responsabile Massimo Tommasini: direttore@viaggiatoridelgusto.it
Redazione: redazione@viaggiatoridelgusto.it – Tel: 335.7077010

Via Tevere n° 62 – 47121 Forlì (FC)
C.F.: TMM MSM 54A21 D704Z – P.IVA: 04294400405