Le Ricette di Isa: il bensone modenese

di Isabella Ligi
0 commento

Il bensone modenese, in dialetto bensòun, è una specialità tipica della città di Modena, forse la più antica di queste zone. Pare addirittura che abbia un’origine millenaria.

Un tempo, in occasione del Sabato Santo e di altre feste religiose, era consuetudine far benedire il dolce in chiesa. Da qui, probabilmente, trae il suo nome: pane di benedizione, che in dialetto modenese è poi diventato Bensone.

I modenesi festeggiano il Bensone il 1° dicembre, giorno di Sant’Eligio, in dialetto Sant’Alò, protettore degli orafi e dei fabbri: la tradizione, infatti, vorrebbe che nel Medioevo il Bensone fosse il dolce dato in dono in questo giorno proprio alla corporazione di questi mestieri.

Si tratta di un dolce secco semplice e genuino, realizzato con ingredienti poveri e di facile reperibilità: farina, latte, uova, burro e miele (successivamente sostituito dallo zucchero). La versione originale non prevede alcuna farcitura ma, negli anni, è andato arricchendosi di marmellata o, per una proposta ancora più golosa, con crema al cioccolato e nocciole.

Da servire ai vostri ospiti a fine pasto, in accompagnamento a un buon caffè o a un bicchiere di lambrusco, come vuole la tradizione.

Ingredienti

500g farina 00 – 200g zucchero semolato – 2 uova – 100g burro – 16g lievito per dolci – 150ml latte intero – 150g marmellata di prugne oppure crema nocciola – scorza di ½ limone grattugiata – 1 cucchiaino di liquore all’anice – zuccherini per decorare.

Preparazione

Mettete in una ciotola la farina, miscelata con il lievito, lo zucchero, il burro a dadini ammorbidito e le uova e iniziate a lavorare con la punta delle dita.

Profumate con la scorza di limone grattugiata e il liquore, quindi trasferite su un piano di lavoro e proseguite a impastare con le mani fino a ottenere un panetto morbido e compatto.

Stendete l’impasto su un foglio di carta forno e ricavate un quadrato da 30 cm circa.

Farcite con la crema al cioccolato e nocciole oppure con la marmellata di prugne.

Aiutandovi con un foglio di carta forno, ripiegate l’impasto, facendo tre pieghe e poi sigillate bene i bordi.

Trasferite il rotolo in una teglia, foderata con un foglio di carta forno, e praticate un leggero taglio centrale.

Spennellate la superficie con un tuorlo, leggermente sbattuto.

Cospargete con gli zuccherini e infornate in forno ventilato a 180 °C per circa 35 minuti.

Trascorso il tempo di cottura, sfornate il dolce e lasciatelo intiepidire, quindi tagliatelo a fette e servite.

È tradizione consumarlo a fine pasto, inzuppato in un bicchiere di Lambrusco Grasparossa, rosso e corposo in cui il bensone si intinge diventando un delizioso e aromatico boccone dolce.

You may also like

Lascia un commento

CHI SIAMO

Il bello e il buono dell’Italia tra i sentieri del sapere e dei sapori, la cultura dei territori, la loro identità. Un viaggio alla ricerca dei gusti nascosti, quelli che non trovi ovunque. Dove andare a mangiare, come arrivarci, cosa assaporare con la certezza di indovinare e dire di aver trovato i vini migliori, i prodotti di maggiore qualità e rappresentativi di un territorio. Un viaggio della leggerezza come espressione di culture, per scoprire il valore e le eccellenze della fertilità dei luoghi, il paesaggio, i segni territoriali, degustare i frutti del lavoro delle mani sapienti di uomini e donne che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo. Un viaggio tra le architetture rurali, le cascine, le masserie, i sentieri, i borghi, dove riscoprire antichi segni territoriali. In poche parole, un punto di riferimento per chi ama muoversi imparando a conoscere le bellezze della natura e i prodotti più preziosi che ci offre la terra e il mare. Questo vuole essere VIAGGIATORI DEL GUSTO, il web magazine dedicato al turismo enogastronomico e non solo.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Forlì, n° 10/2018.

Direttore Responsabile Massimo Tommasini: direttore@viaggiatoridelgusto.it
Redazione: redazione@viaggiatoridelgusto.it – Tel: 335.7077010

Via Tevere n° 62 – 47121 Forlì (FC)
C.F.: TMM MSM 54A21 D704Z – P.IVA: 04294400405