Il Santalucia 2017 di Cantina Maculan è il vino che sostiene la ricerca

di Massimo Tommasini
0 commento
Il Santalucia 2017 di Cantina Maculan è il vino che sostiene la ricerca

Il Santalucia 2017 di Cantina Maculan è il vino che sostiene la ricerca Ideato e realizzato dalla Cantina Maculan insieme a Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus, il progetto Santalucia compie quest’anno dieci anni.

L’idea, nata da Fausto Maculan, unisce l’eccellenza vitivinicola con la frontiera della ricerca del centro regionale di riferimento per i trapianti di cornea di Veneto e Friuli Venezia Giulia, il più importante per numero di donazioni a livello europeo.

Il vino è stato selezionato da una commissione di ospiti esperti, giornalisti, critici enogastronomici e sommelier che hanno assaggiato sei campioni di differenti barrique dell’annata 2017 di Merlot della Cantina Maculan, per individuare la migliore.

Il Santalucia 2017 di Cantina Maculan è il vino che sostiene la ricerca La scelta è caduta sul vino da uve Merlot proveniente dal vigneto caratterizzato da terreno tufaceo situato in località Branza, nelle colline più alte di Breganze.

Tutta la barrique, 225 litri, per un totale di 300 bottiglie da 750 ml, la produzione verrà imbottigliata con un’etichetta che rappresenta un’opera firmata dall’artista veneziano Maurizio Trentin, i cui lavori sono esposti in diversi musei delle principali città d’Europa e d’America.

Scopo del progetto è quello di sostenere attraverso 300 bottiglie uniche e numerate, i progetti di ricerca sulle malattie oculari di Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus, a cui sarà devoluto il ricavato.

Santalucia, un progetto solidale

Il Santalucia 2017 di Cantina Maculan è il vino che sostiene la ricerca

Ho scelto di dedicare una parte del mio lavoro a questa iniziativa – ha sottolineato Fausto Maculan – che si rivolge a chi ha bisogno dei risultati delle nuove ricerche, ma anche ai sostenitori che scelgono di offrire il proprio contributo e alle istituzioni presenti che vi partecipano. Sono orgoglioso di poter contribuire a questo progetto che portiamo avanti insieme dal 2008 raccogliendo ogni anno ottimi risultati”.

Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus è infatti la prima banca europea per l’invio di tessuti oculari destinati al trapianto di cornea; quasi la metà dei trapianti che ogni anno vengono effettuati in tutta Italia, circa 3000, sono possibili grazie ai tessuti oculari che arrivano dai laboratori della Fondazione che ha sede a Mestre, alle porte di Venezia.

Il Santalucia 2017 di Cantina Maculan è il vino che sostiene la ricerca

La bottiglia di Santalucia 2017 della Cantina Maculan sarà proposta sarà proposta a partire dal 13 dicembre 2018 a fronte di una donazione minima di 50 euro a tutti i sostenitori che desidereranno sostenere i progetti di ricerca contro le malattie oculari di Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus.

Una ricerca finalizzata al paziente: “Il ricavato ottenuto grazie al vino Santalucia ha già potuto sostenere nel tempo diversi progetti, dall’acquisto di importante strumentazione ad alta tecnologia necessaria ai nostri laboratori di ricerca, fino al supporto di progetti di ricerca clinica – ha detto il direttore medico della fondazione Diego Ponzin – volti al miglioramento delle tecniche di trapianto di cornea, alla diagnosi precoce di gravi infezioni della cornea e negli ultimi anni alla ricerca di base legata al difficile fronte delle malattie della retina”.

You may also like

Lascia un commento

CHI SIAMO

Il bello e il buono dell’Italia tra i sentieri del sapere e dei sapori, la cultura dei territori, la loro identità. Un viaggio alla ricerca dei gusti nascosti, quelli che non trovi ovunque. Dove andare a mangiare, come arrivarci, cosa assaporare con la certezza di indovinare e dire di aver trovato i vini migliori, i prodotti di maggiore qualità e rappresentativi di un territorio. Un viaggio della leggerezza come espressione di culture, per scoprire il valore e le eccellenze della fertilità dei luoghi, il paesaggio, i segni territoriali, degustare i frutti del lavoro delle mani sapienti di uomini e donne che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo. Un viaggio tra le architetture rurali, le cascine, le masserie, i sentieri, i borghi, dove riscoprire antichi segni territoriali. In poche parole, un punto di riferimento per chi ama muoversi imparando a conoscere le bellezze della natura e i prodotti più preziosi che ci offre la terra e il mare. Questo vuole essere VIAGGIATORI DEL GUSTO, il web magazine dedicato al turismo enogastronomico e non solo.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Forlì, n° 10/2018.

Direttore Responsabile Massimo Tommasini: direttore@viaggiatoridelgusto.it
Redazione: redazione@viaggiatoridelgusto.it – Tel: 335.7077010

Via Tevere n° 62 – 47121 Forlì (FC)
C.F.: TMM MSM 54A21 D704Z – P.IVA: 04294400405