Il Natale a Vipiteno: tradizione dell’Alto Adige

di Francesca Sepe
0 commento

Sono davvero molte le tradizioni natalizie del Trentino Alto Adige, usanze che rendono il periodo dell’Avvento davvero unico e magico; si tramandano di generazione in generazione e ancora oggi vengono vissute intensamente.

Il periodo del Natale in Alto Adige è una romantica magia.

Nel borgo più bello d’Italia

I Mercatini di Natale a Vipiteno sorgono in centro, nella storica piazza Città, ai piedi dell’imponente Torre delle Dodici.

Vipiteno, antica città mineraria della Valle Isarco, nel periodo natalizio offre alle famiglie, amici, coppie e a chi viaggia da solo molteplici opportunità per vivere una vacanza entusiasmante nel cuore delle Alpi: dalla visita alle 34 tradizionali bancarelle con simpatiche idee regalo, agli stand gastronomici dove degustare una variegata selezione di piatti tradizionali dell’Alto Adige, alla Mostra dei Presepi esposti per l’occasione nella Torre delle Dodici e alle piacevoli gite in carrozza attraverso le vie del centro.

A Vipiteno il suono delle campagne accompagna la quotidianità tutto l’anno, ma nel periodo legato all’Avvento, il loro suono diventa dolce e soave, regalando un’atmosfera speciale e magica con il concerto “Campane di Natale”.

Divertimento per tutta la famiglia

Lo stadio del ghiaccio, nei pressi della piazza, aspetta per regalare tanto divertimento insieme ai bambini pattinando insieme, mentre il vicino comprensorio sciistico di Monte Cavallo offre esperienze indimenticabili sulla neve: impianti sciistici perfettamente innevati, piste da slittini, malghe e rifugi alpini.

Per una vacanza di coccole e totale relax, la città offre numerosi wellness hotel nelle vicinanze dei Mercatini con coupon gratuiti da utilizzare durante il soggiorno.

La storia della magica città di Vipiteno

Il Mercatino di Natale a Vipiteno si svolge in una città che, nell’impianto urbanistico e nell’architettura tardo-medievale, è fortemente improntata dall’attività mineraria.

Nella città di Vipiteno affluirono infatti molti imprenditori minerari che, grazie alle loro disponibilità economiche e alla loro visione cosmopolita, influenzarono in modo determinante il volto della città. Vipiteno fu, inoltre, sede di un Giudizio minerario per diversi secoli. Durante i Mercatini di Natale si può scoprire l’aspetto dell’antica economia cittadina, lo splendore di quell’epoca, insieme agli esemplari interventi di recupero e di risanamento, che hanno favorito l’inserimento della città tra “I borghi più belli d’Italia“.

Prelibatezze regionali

Gli stand gastronomici del Mercatino di Natale di Vipiteno offrono una grande varietà di specialità culinarie dell’Alto Adige.

Una novità introdotta quest’anno è il “Bergwerksgröstl”, conosciuta come la Rosticciata del contadino: must da gustare insieme ai crauti, che nasce per recuperare gli avanzi dell’arrosto del giorno prima e che conosce diverse varianti: una base di patate, carne bovina o di maiale, cipolle, spezie e uovo, il tutto fatto arrostire.

Da gustare con tradizionale vin brulè o accompagnato da un particolare prodotto locale: la St.Herzl Craft Beer che tramanda la storia della birra di Vipiteno, qui si trova, infatti, il primo birrificio dell’Alto Adige. Una produzione piccola, che oltre alla classica bionda e rossa, propone una particolare birra natalizia dal sapore affumicato e due liquori.

You may also like

Lascia un commento

CHI SIAMO

Il bello e il buono dell’Italia tra i sentieri del sapere e dei sapori, la cultura dei territori, la loro identità. Un viaggio alla ricerca dei gusti nascosti, quelli che non trovi ovunque. Dove andare a mangiare, come arrivarci, cosa assaporare con la certezza di indovinare e dire di aver trovato i vini migliori, i prodotti di maggiore qualità e rappresentativi di un territorio. Un viaggio della leggerezza come espressione di culture, per scoprire il valore e le eccellenze della fertilità dei luoghi, il paesaggio, i segni territoriali, degustare i frutti del lavoro delle mani sapienti di uomini e donne che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo. Un viaggio tra le architetture rurali, le cascine, le masserie, i sentieri, i borghi, dove riscoprire antichi segni territoriali. In poche parole, un punto di riferimento per chi ama muoversi imparando a conoscere le bellezze della natura e i prodotti più preziosi che ci offre la terra e il mare. Questo vuole essere VIAGGIATORI DEL GUSTO, il web magazine dedicato al turismo enogastronomico e non solo.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Forlì, n° 10/2018.

Direttore Responsabile Massimo Tommasini: direttore@viaggiatoridelgusto.it
Redazione: redazione@viaggiatoridelgusto.it – Tel: 335.7077010

Via Tevere n° 62 – 47121 Forlì (FC)
C.F.: TMM MSM 54A21 D704Z – P.IVA: 04294400405