Go Wine a favore dei viticoltori di Modigliana

di Massimo Tommasini
0 commento

ModiglianaGo Wine, associazione nazionale che promuove cultura e turismo del vino, promuove un’iniziativa guardando alla calamità verificatasi in Romagna nello scorso maggio.

L’attenzione si è rivolta verso la realtà di Modigliana, un territorio vocato per la viticoltura di qualità e colpito da molte frane alluvionali.

A Modigliana venerdì la prima edizione de La Stella nei caliciIn particolare Go Wine si pone a fianco dell’Associazione “Stella dell’Appennino” che raggruppa undici viticoltori del Comune e che stanno con orgoglio e forza reagendo a una situazione non favorevole. La loro è una viticoltura virtuosa, con vigne fra i boschi su forti pendenze e terreni difficili, ma che regalano vini con note verdi e speziate e una mineralità singolare, un terroir unico, sulla scorta di una storica, antica cultura contadina.

Un’azione concreta che si lega agli obiettivi che da sempre Go Wine persegue: a favore di tanti viticoltori che comunicano identità e rapporto con il loro territorio, dove la vigna è un presidio dell’ambiente e la viticoltura è storia tenace di persone e di vita.

A Modigliana la prima degustazione di vini del nuovo annoGo Wine svolgerà iniziative fra i soci in tutta Italia, promuovendo azioni per valorizzare il vino dei viticoltori modiglianesi e con alcuni eventi mirati. A tal proposito nella prossima settimana due sono gli appuntamenti:

  • un evento a Savona dedicato alla valorizzazione dei vini autoctoni: i soci della città saranno chiamati ad una raccolta di contributi a sostegno dell’associazione modiglianese;
  • il secondo ad Alba in occasione della Notte delle Bolle, prima edizione di un evento che Go Wine promuove nel centro storico della città.
Massimo Corrado

Massimo Corrado

“Crediamo fortemente in questa iniziativa – dichiara Massimo Corrado, presidente di Go Wine – la proponiamo come segno di attenzione e incoraggiamento affinchè i viticoltori di Modigliana possano proseguire nella loro azione virtuosa e perché i loro vini, nonostante le calamità, possano continuare a raccontare nel calice il loro territorio invitandoci a conoscerli e così a conoscere bellezza e complessità di questo angolo dell’Italia del vino”.

You may also like

Lascia un commento

CHI SIAMO

Il bello e il buono dell’Italia tra i sentieri del sapere e dei sapori, la cultura dei territori, la loro identità. Un viaggio alla ricerca dei gusti nascosti, quelli che non trovi ovunque. Dove andare a mangiare, come arrivarci, cosa assaporare con la certezza di indovinare e dire di aver trovato i vini migliori, i prodotti di maggiore qualità e rappresentativi di un territorio. Un viaggio della leggerezza come espressione di culture, per scoprire il valore e le eccellenze della fertilità dei luoghi, il paesaggio, i segni territoriali, degustare i frutti del lavoro delle mani sapienti di uomini e donne che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo. Un viaggio tra le architetture rurali, le cascine, le masserie, i sentieri, i borghi, dove riscoprire antichi segni territoriali. In poche parole, un punto di riferimento per chi ama muoversi imparando a conoscere le bellezze della natura e i prodotti più preziosi che ci offre la terra e il mare. Questo vuole essere VIAGGIATORI DEL GUSTO, il web magazine dedicato al turismo enogastronomico e non solo.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Forlì, n° 10/2018.

Direttore Responsabile Massimo Tommasini: direttore@viaggiatoridelgusto.it
Redazione: redazione@viaggiatoridelgusto.it – Tel: 335.7077010

Via Tevere n° 62 – 47121 Forlì (FC)
C.F.: TMM MSM 54A21 D704Z – P.IVA: 04294400405