Con “1873 Prosecco”, Carpenè-Malvolti celebra il 150° anniversario dal debutto internazionale del prosecco

di Massimo Tommasini
0 commento
Busto-Antonio-Carpenè

carpene malvoltiIl “1873 Prosecco” – prodotto in 1873 esemplari – è un Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore D.O.C.G. ed è espressamente dedicato al primo Vino Spumante “esportato” proprio da Antonio Carpenè, in occasione dell’Esposizione Universale di Vienna nel 1873. È la nuova espressione spumantistica della Carpenè-Malvolti presentata in anteprima all’ultimo Vinitaly d’inizio Aprile.
La nuova selezione, unica e prima, è dedicata al  150° anniversario del debutto del Prosecco, che avvenne appunto nel 1873 in occasione dell’Esposizione Universale di Vienna.

carpene malvoltiUn esordio in cui un ruolo di primo piano è stato giocato proprio da Antonio Carpenè, al cui genio e sapienza enologica è dedicato il nuovo Vino Spumante.Al Fondatore dell’Impresa Carpenè-Malvolti, infatti, si ascrive tra l’altro il merito di aver perfezionato il metodo di spumantizzazione e dunque conferito un’identità territoriale ancora più specifica al Vino Spumante emblema della Marca Trevigiana.

1983 ProseccoLa mappa organolettica di questa selezione spumantistica, a base uva Glera spumantizzata in purezza, si traduce in un bouquet floreale e fruttato con eleganti sentori di mela, agrumi e sfumature vegetali, accompagnati da un perlage vivace e brioso. Al palato il “1873 Prosecco” si presenta snello, equilibrato, piacevolmente sapido, fresco ed elegante con una gradazione alcolica di 11% Vol.

Il packaging e l’etichetta del “1873 Prosecco”, evocano ricercata essenzialità e storica eleganza.
La scelta di creare un nuovo Vino Spumante prendendo spunto da un evento storico, quale la prima partecipazione della Carpenè-Malvolti ad un’Esposizione Internazionale – che ha poi aperto la strada ad una lunga serie di presenze ad altre Expo e fiere di settore – è frutto di una nuova determinazione strategica dell’Impresa, che conferma l’importanza e l’imprescindibilità di presenziare oggigiorno ad eventi fieristici e promozionali di caratura internazionale.

You may also like

Lascia un commento

CHI SIAMO

Il bello e il buono dell’Italia tra i sentieri del sapere e dei sapori, la cultura dei territori, la loro identità. Un viaggio alla ricerca dei gusti nascosti, quelli che non trovi ovunque. Dove andare a mangiare, come arrivarci, cosa assaporare con la certezza di indovinare e dire di aver trovato i vini migliori, i prodotti di maggiore qualità e rappresentativi di un territorio. Un viaggio della leggerezza come espressione di culture, per scoprire il valore e le eccellenze della fertilità dei luoghi, il paesaggio, i segni territoriali, degustare i frutti del lavoro delle mani sapienti di uomini e donne che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo. Un viaggio tra le architetture rurali, le cascine, le masserie, i sentieri, i borghi, dove riscoprire antichi segni territoriali. In poche parole, un punto di riferimento per chi ama muoversi imparando a conoscere le bellezze della natura e i prodotti più preziosi che ci offre la terra e il mare. Questo vuole essere VIAGGIATORI DEL GUSTO, il web magazine dedicato al turismo enogastronomico e non solo.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Forlì, n° 10/2018.

Direttore Responsabile Massimo Tommasini: direttore@viaggiatoridelgusto.it
Redazione: redazione@viaggiatoridelgusto.it – Tel: 335.7077010

Via Tevere n° 62 – 47121 Forlì (FC)
C.F.: TMM MSM 54A21 D704Z – P.IVA: 04294400405