Mama Shelter a Roma

di Fosca Maurizzi
0 commento
Mama Shelter

Aria di festa da Mama Shelter a Roma

di Leonardo Felician

Situato sulla riva occidentale del Tevere a poca distanza dal Vaticano, Mama Shelter Roma è un albergo molto diverso dall’aplomb normale dei quattro stelle della città: si caratterizza per uno stile giovanile, colorato, sexy e irriverente, per un design esuberante, che coniuga l’aspetto post-razionalista degli esterni con una rivisitazione giocosa dell’arte classica, unita ad atmosfere assai francesi perché il brand Mama, fondata dalla famiglia Trigano, creatori del Club Med nel 1950, fa parte del marchio francese Accor, il più grande gruppo europeo di hotellerie internazionale, che può competere con i colossi americani.

MamaShetlerCameraXL

MamaShetlerCameraXL

Qui le camere sono 270, divise in tre tipologie: medium, large ed extralarge. Come suggerisce il nome quello che varia è la dimensione: le medium sono adatte a uno o due persone, con uno spazio da 21 a 25 metri quadrati.

Le XL vanno bene anche per famiglie con due bambini. Molta attenzione è prestata ai servizi, con grandi schermi da 55 pollici e tutti i film gratuiti, letti comodi e una linea cortesia bio nel bagno; alcune di queste stanze hanno anche un balcone privato.

Mama Shelter

Mama Shelter

L’apertura nel 2021 di questo albergo in via Luigi Rizzo, all’estremità del quartiere Prati, zona residenziale e poco abituata al traffico dei turisti, ha sconvolto un po’ il traffico e le abitudini locali, perché l’albergo è stato da subito frequentato non solo da vacanzieri armati di valigie, ma anche da tantissimi romani: alla sera è un punto di ritrovo ormai usuale della miglior gioventù, perché Mama Shelter è al tempo stesso hotel e animato rifugio urbano e gastronomico.

Il concept Mama, qui come in altre località francesi ed europee, punta infatti a creare luoghi inclusivi di incontro per offrire alla clientela romana e internazionale punti di ritrovo, tra cui il Ristorante, il Bar, la Pizzeria, il Cabana Bar e la spettacolare Rooftop Terrace con vista sul cupolone di San Pietro.

Il Giardino d’Inverno è il nome del ristorante principale al piano terra, dove è servita anche la prima colazione. E’ un caos gradevole e vivace, dove pulsa energia e nessuno si sente fuori posto: coppie, famigliole con bimbi piccoli, gruppi di amici, ma anche eventi aziendali, meeting e cene di laurea o di anniversario, che si mescolano festosamente ai clienti individuali.

Polpo e verdure

Polpo e verdure

Il menù è lungo, pieno di suggestioni e sempre arricchito da qualche piatto di stagione, ad esempio in autunno a base di zucca e di funghi. Alcuni dei piatti possono essere serviti anche in versione vegetariana e gluten-free.

Qualche esempio di antipasto comprende grandi classici e accostamenti insoliti: la scarola alla napoletana, l’uovo in camicia, la polpetta di bollito in salsa verde, la vellutata di zucca e castagne, coppa croccante e crumble di taralli, l’uovo in camicia con variazione di funghi porcini e crostino di pane, la tartara di fassona, nocciola e zucca in agrodolce, la tartara di tonno, capperi di Pantelleria e uva fragola, l’insalata di rape e fonduta di tartufo.

C’è grande scelta anche tra i primi piatti con un ottimo risotto con cannocchie, stracciatella affumicata, taralli e pomodori confit, gnocchi fatti in casa con cacio, pepe e pere, pappardelle al ragù bianco di vitello,

di Pantelleria e limone, chitarrina all’aglio nero, calamaro e carne secca di manzo, maccheroncini all’amatriciana, fettuccine ai funghi porcini e nocciole.

Si può continuare a lungo con secondi, contorni, dessert, pizze, una nutrita lista di vini e di cocktail, il menù per i bambini e i menù per i festosi brunch della domenica che sono diventati occasione di riunione di famiglie romane.
Mama Shelter Roma – Tel. 06 94538900 – roma@mamashelter.com

You may also like

Lascia un commento

CHI SIAMO

Il bello e il buono dell’Italia tra i sentieri del sapere e dei sapori, la cultura dei territori, la loro identità. Un viaggio alla ricerca dei gusti nascosti, quelli che non trovi ovunque. Dove andare a mangiare, come arrivarci, cosa assaporare con la certezza di indovinare e dire di aver trovato i vini migliori, i prodotti di maggiore qualità e rappresentativi di un territorio. Un viaggio della leggerezza come espressione di culture, per scoprire il valore e le eccellenze della fertilità dei luoghi, il paesaggio, i segni territoriali, degustare i frutti del lavoro delle mani sapienti di uomini e donne che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo. Un viaggio tra le architetture rurali, le cascine, le masserie, i sentieri, i borghi, dove riscoprire antichi segni territoriali. In poche parole, un punto di riferimento per chi ama muoversi imparando a conoscere le bellezze della natura e i prodotti più preziosi che ci offre la terra e il mare. Questo vuole essere VIAGGIATORI DEL GUSTO, il web magazine dedicato al turismo enogastronomico e non solo.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Forlì, n° 10/2018.

Direttore Responsabile Massimo Tommasini: direttore@viaggiatoridelgusto.it
Redazione: redazione@viaggiatoridelgusto.it – Tel: 335.7077010

Via Tevere n° 62 – 47121 Forlì (FC)
C.F.: TMM MSM 54A21 D704Z – P.IVA: 04294400405