Calabria da gustare, da leggere, da ascoltare a Condimenti 2023

di Gabriele Orsi
0 commento
Calabria da gustare, da leggere, da ascoltare a Condimenti 2023

Sarà la Calabria – dal punto di vista sia culturale che gastronomico – una delle protagoniste dell’undicesima edizione di Condimenti, il festival di Cibo e Letteratura che si svolgerà da venerdì 16 a domenica 18 giugno 2023 nella consueta cornice del parco di Villa Salina Malpighi a Castel Maggiore, alle porte di Bologna.

La Calabria protagonista dell’edizione 2023

Saranno tre giornate per vivere il parco, conoscere la storia della dimora, scegliere tra le proposte gastronomiche delle postazioni food truck, ascoltare le presentazioni delle ultime novità editoriali insieme agli autori, partecipare ai laboratori per grandi e piccoli, ascoltare buona musica e divertirsi.

Una ricetta vincente anno dopo anno

Ogni anno la ricetta di Condimenti è un mix di cultura e intrattenimento adatto ad ogni età, per offrire la possibilità, ad ogni ora della giornata, di scegliere l’ingrediente più vicino ai propri gusti: si rinnova il gemellaggio con una regione d’Italia, che quest’anno, per l’appunto, vedrà protagonista la Calabria.

La voce della Calabria a Condimenti Off

Ed è proprio alla regione ospite che è dedicato l’appuntamento del venerdì sera con Condimenti Off: il 16 giugno alle 20.30 salirà sul grande palco centrale Peppe Voltarelli, cantautore calabrese, fondatore negli anni ’90 a Bologna della band Il Parto delle Nuvole Pesanti e oggi affermato solista, con concerti in tutto il mondo.

Personaggio poliedrico, che attraverso il recupero del linguaggio e delle tradizioni della sua terra restituisce una narrazione ironica, lontana dagli stereotipi del cantastorie del sud. Il suo primo album, “Distratto ma però”, vede la partecipazione di Roy Paci, Sergio Cammariere e Pau dei Negrita, mentre il suo quinto album, “Planetario”, si aggiudica la Targa Tenco come miglior interprete nel 2021.

Il taglio del nastro

La Sindaca Belinda Gottardi taglierà ufficialmente il nastro dell’11ma edizione sabato 17 alle ore 16 con l’inaugurazione della mostra “Change the Climate”, collettiva di cinque giovani artisti, Michele Lapini, Irene Fiestas, Angelo Camilleri, Michele Liparesi e Matteo Zambelli, che con tecniche differenti, dalla fotografia all’antica tecnica della cianotipia, offrono al pubblico il loro personale sguardo sulla natura.

Gli autori presenti

Numerosi, come sempre, gli appuntamenti con gli autori e le presentazioni dei libri: tra gli ospiti Silvia Ballestra (domenica 18 giugno), che con il suo “La Sibilla” (Giuseppe Laterza e Figli) dedicato alla vita di Joyce Lussu è tra le finaliste al Premio Strega 2023, il regista Michele Mellara, al suo esordio con la raccolta di racconti “Sociopatici” in cerca di affetto (Bollati Boringhieri), il calabrese Mimmo Gangemi che ne “L’atomo inquieto” (Solferino Editore) ricostruisce in forma romanzata le vicende del fisico Ettore Majorana, collaboratore di Enrico Fermi, scomparso misteriosamente nel 1938.

La letteratura golosa

Spazio anche alla buona tavola con Eleonora Rubaltelli, giovane foodblogger parmense con un seguito di oltre 100mila followers su Instagram, con il suo “Cucina con me. Ricette sane e gustose per la tua tavola speciale” (Rizzoli) e Renata Bracale, volto televisivo noto per la trasmissione Elisir di Michele Mirabella, che presenta “La mia cucina mediterranea” (Edizioni Idelson Gnocchi), con prefazione dello stesso Mirabella.

La storia del tortellino

Al re delle tavole bolognesi è dedicato il libro “Tortellinata” (Pendragon) di Napoleone Neri, che in dialogo con Marco Monesi dell’Accademia della Cucina Italiana ci porta in un viaggio tra storie e leggende del tortellino.

Giallo e noir

Torna a Condimenti anche il giallista Roberto Carboni con “Il segreto dell’antiquario” (Sperling&Kupfer), avvincente noir ambientato nella Bologna degli anni Ottanta, mentre il giornalista e scrittore Tommaso De Lorenzis presenta “L’aspra stagione” (La nave di Teseo) scritto con Mauro Favale, che ricostruisce la vicenda professionale e umana di Carlo Rivolta, giornalista de La Repubblica, testimone degli eventi italiani a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta – la stagione dei movimenti studenteschi, delle stragi, della vittoria italiana ai Mundial, morto per overdose a soli 32 anni.

Lo spazio dedicato alla poesia

Spazio anche alla poesia domenica pomeriggio con “La poesia non serve a niente”, reading poetico con Francesca Serragnoli, Giancarlo Sissa e Marco Montemaggi in cui la lettura dei versi si alternerà a racconti e alle canzoni interpretate da Alessandra Gabriela Baldoni. I libri degli autori e autrici ospiti saranno in vendita al book corner nel parco curato dalla Libreria Lèggere Leggére di Castel Maggiore, assieme a tante proposte di narrativa, fumetto, letteratura per l’infanzia e oggettistica.

Il cartellone degli spettacoli serali

Gli spettacoli serali sul grande palco centrale davanti alla Villa vedranno protagonista sabato 17 Annagaia Marchioro, giovane talento comico del teatro e della tv, dove è volto del Saturday Night Live e della Tv delle ragazze di Serena Dandini: attrice e attivista, poliedrica e versatile, i suoi monologhi affrontano temi che si muovono tra omosessualità e pregiudizio, donne e Islam, e molto altro ancora.

Domenica 18 saliranno sul palco I RinoMinati & Marco Morandi: il figlio di Gianni porta con la sua band un tributo a Rino Gaetano, uno dei più straordinari talenti della storia della musica italiana, irriverente, anticonformista e geniale, nato nel 1950 a Crotone.

Gli appuntamenti per i più piccoli

Non mancano gli appuntamenti dedicati ai bambini e alle bambine: Coop Alleanza 3.0 propone “Mille gocce di oro blu”, storie e attività dedicate ai più piccoli per imparare la preziosità dell’acqua; e ancora “Giochiamo i libri” in collaborazione con la Libreria Lèggere Leggére di Castel Maggiore, che curerà anche il bookshop, e “Una tribù che legge” a cura del Festival Uscire dal Guscio, che trasformerà l’Area Bimbi del parco in una colorata distesa di tende di canne di bambù dove fermarsi ad ascoltare storie di animali, folletti e piante.

Dalla pedalata ai corsi di Tai Chi

Ai più grandi sono dedicate le lezioni di pilates, Tai Chi e mindfulness, e ancora le visite guidate al parco e alla Villa a cura di Sustenia, la pedalata della domenica mattina a cura di Fiab Bologna – Monte Sole Bike Group con partenza da Piazza Maggiore e arrivo al parco di Villa Salina Malpighi con la colazione coi prodotti Alce Nero.

Uno swap party sostenibile

Novità di quest’anno lo Swap Party della domenica a cura dell’associazione “Gli Ecocentrici”, un insolito mercatino per scambiare vestiti che non si usano più, in un’ottica di riuso.

I protagonisti dei cooking show

Il gusto è ovviamente protagonista nell’area Cooking Lab Veneta Cucine: domenica 18 si alterneranno in due momenti differenti la “cucina antiaging” del Ristorante Libra di Bologna, con il cooking show della dottoressa Chiara Manzi, massima esperta di Medicina Culinaria in Italia e in Europa (ore 12.30) e quella della tradizione a cura di Sfoglia Rina (ore 19) che presenterà un piatto in cui tradizione emiliana e sapori calabresi si incontrano.

Nella stessa Area sabato 17 alle 20.30 Antonio Ciavarella dell’enoteca “La confraternita dell’uva”, che quest’anno gestirà il bar del festival, condurrà una degustazione di vini calabresi per scoprirne profumi e tipicità.

I foodtruck e il loro cibo di strada

Saranno attivi da venerdì a domenica i foodtruck con proposte gastronomiche di qualità: dalla tradizione emiliana di Sfoglia Rina al pesce di Banco 32, dalle specialità della Calabria di Giowa alle polpette rivisitate della Polpetteria e ai ravioli che mixano tradizione romagnola e orientale di Va’ Gina.

Ingresso gratuito

Tutti gli eventi sono, come sempre, a ingresso gratuito: le informazioni sono reperibili sul sito www.condimentifestival.it o sulle pagine Facebook e Instagram del festival.

You may also like

Lascia un commento

CHI SIAMO

Il bello e il buono dell’Italia tra i sentieri del sapere e dei sapori, la cultura dei territori, la loro identità. Un viaggio alla ricerca dei gusti nascosti, quelli che non trovi ovunque. Dove andare a mangiare, come arrivarci, cosa assaporare con la certezza di indovinare e dire di aver trovato i vini migliori, i prodotti di maggiore qualità e rappresentativi di un territorio. Un viaggio della leggerezza come espressione di culture, per scoprire il valore e le eccellenze della fertilità dei luoghi, il paesaggio, i segni territoriali, degustare i frutti del lavoro delle mani sapienti di uomini e donne che fanno dell’Italia un Paese unico al mondo. Un viaggio tra le architetture rurali, le cascine, le masserie, i sentieri, i borghi, dove riscoprire antichi segni territoriali. In poche parole, un punto di riferimento per chi ama muoversi imparando a conoscere le bellezze della natura e i prodotti più preziosi che ci offre la terra e il mare. Questo vuole essere VIAGGIATORI DEL GUSTO, il web magazine dedicato al turismo enogastronomico e non solo.

Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Forlì, n° 10/2018.

Direttore Responsabile Massimo Tommasini: direttore@viaggiatoridelgusto.it
Redazione: redazione@viaggiatoridelgusto.it – Tel: 335.7077010

Via Tevere n° 62 – 47121 Forlì (FC)
C.F.: TMM MSM 54A21 D704Z – P.IVA: 04294400405